Turismo Brescia : Cosa vedere


 

La lunga storia della città di Brescia ha lasciato numerose testimonianze in resti romani, nei palazzi medievali, nelle chiese gotiche e nelle numerose opere rinascimentali conservate nelle chiese e nei musei cittadini. Il percorso per visitarlo si snoda attraverso le sue principali piazze: da Piazza del Foro, Piazza Duomo, Piazza della Loggia e Piazza della Vittoria. Sono le piazze che scandiscono l’assetto architettonico e urbanistico del centro di Brescia, considerata una delle più belle e antiche città d‘Italia. Testimonianza della Brixia romana molto importante il tempio capitolino fu costruito da Vespasiano. 
 
Il castello di Brescia, detto il Falcone d’Italia perché arroccato sul colle Cidneo, risale all’epoca tra il XII e XIII secolo ed è sempre stato il fulcro del sistema difensivo della città e attualmente ospita il Museo Rinascimentale. 
 
Piazza Paolo VI (già piazza Duomo) a Brescia. Questa piazza di Brescia, di origine medievale, è il cuore storico della città. Qui si trovano il Duomo nuovo, la Rotonda o Duomo vecchio e il Palazzo del Broletto, il più antico palazzo pubblico della città. 
 
Piazza della Loggia è la piazza più bella della città e ospita l’omonimo Palazzo della Loggia, di epoca rinascimentale (risale al 1433), sede del municipio e la Torre dell’Orologio.
 
Da visitare il Museo di Santa Giulia, fulcro della vita artistica e cultura perché il museo è ospitato proprio nel complesso monastico di Santa Giulia in via dei Musei, dove possiamo visitare anche il Museo Martinengo, sede della Pinacoteca Tosio Martinengo. La pinacoteca ospita opere e capolavori di Raffaello, Lorenzo Lotto e Tintoretto, e di molti artisti locali.
 
Cosa vedere nei dintorni 
 
Meritano una visita la fortificazione di Borgo San Giacomo e gli altri otto suggestivi castelli: Farfengo, Padernello, Motella, Acqualagna, Villagana, Villachiara. Di sicuro interesse l’antica Basilica di Verolanuova e la Chiesa romanica di San Pancrazio
 
Da visitare Sirmione, splendida località conosciuta anche per le sue Terme, che si sviluppa su un’esile penisola nel lago di Garda, e Desenzano, con il caratteristico porticciolo vecchio e il Duomo del ‘500. 
 
Bellezze paesaggistiche sono offerte dai laghi di Garda, Iseo e Idro. Sono numerosi i poeti che rapiti da queste atmosfere, si sono ispirati a questi luoghi nelle loro opere: Catullo, Dante, Joyce, D’Annunzio, tanto per citarne alcuni. Legato a quest’ultimo, a Gardone Riviera, da vedere assolutamente è il Vittoriale degli Italiani, dimora del poeta e vera e propria “cittadella monumentale“, con edifici, vie e piazze, donata da D’Annunzio al popolo italiano prima di morire.
 
 

 

  • Condividi: